FORUM settembre-ottobre 2003

"Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati".
Bertolt Brecht da Buongiorno!

SUI NUMERI PERSONALIZZATI: SIAMO DONNE NON SIAMO NUMERI

Queste sono le cose che mi fanno chiedere se le persone come la Sig.ra Levati e quelle della federazione, ci tengono a far crescere il calcio femminile o il contrario. Non riesco davvero a capire per chi "tifano"... Mi rincresce dirlo, ma a me sembra che remino solo contro, quando invece dovrebbero avere il solo scopo di aiutarci a crescere. Al posto di agevolare e semplificare la vita alle squadre, sembra si divertano a complicarla. La questione delle maglie personalizzate ne è un'ulteriore prova. Innanzitutto, non vedo che problema possa avere un arbitro nel leggere un n° che sia superiore all'11 (che poi tutte le riserve ce l'hanno, dovrebbe essere un problema anche quello allora?) con il nome della giocatrice sopra, e seconda cosa, non può che essere a vantaggio di quest'ultima e di conseguenza del calcio femminile essere riconosciute più facilmente durante il gioco. A me stessa, farebbe piacere avere il nome, non mi cambia certo la vita, però perchè devo sentirmi chiamare per n°, quando posso essere incitata per nome? Io penso faccia piacere a tutte le giocatrici. Altra cosa, come può essere un problema per i nostri dirigenti ricordarsi il n°?! Ci conoscono da anni e questo non è certo un problema, io per prima conosco a memoria quelli delle mie compagne. In breve, l'idea delle maglie personalizzate a me piace, senza essere di ostacolo nè all'arbitro nè ai dirigenti, se mai può essere una piccola cosa a favore del calcio femminile.
Giuna

SUI NUMERI PERSONALIZZATI: DIRIGENTI DISTRATTI

Vorrei ricordare a Massimo che molte volte i dirigenti sbagliano i numeri anche se sono dall 1 all 11......
Canexv

SUI NUMERI PERSONALIZZATI: FAVOREVOLE

Chiara ed io ci troviamo sulla stessa lunghezza d'onda. Sono pienamente d'accordo con lei sulle maglie con i numeri personalizzati e sopratutto con il nome delle calciatrici.
Gianpy

SUI NUMERI PERSONALIZZATI: FACCIAMO UN REFERENDUM

Perche' non facciamo un referendum a tutte le squadre di serie A, A2 ,B, ecc. a livello nazionale ? Penso che il 90% darebbe ragione alle ragazze della Segratese! Il movimento femminile deve progredire o no? Tutto cio' che puo' essere utile  a questo obbiettivo va perseguito. Distinti saluti. mandate le vostre opinioni!
Sergio Cazzin  vice-presidente Matuziana Sanremo

SUI NUMERI PERSONALIZZATI: SONO UN BENE

A mio avviso è un bene che ci siano i numeri personalizzati con i nomi delle giocatrici. Al pubblico piace conoscere le giocatrici, sapere come si chiamano... e non chiamarle come capitava spesso a me all'inizio 'Niente male la n. 11' 'Però brava la 8!' ecc.ecc. A Trento durante la partita dell'Italia contro la Yugoslavia... tutti chiedevano a me come si chiamava la n. 4 (se non sbaglio) che aveva fatto un gol bellissimo: si trattava di Alessia Tuttino.... se ci fosse stato il numero e il nome personalizzato qualcuno poteva notarlo senza doversi avventurare sugli spalti e chiedere a qualche fortunato competente! (a maggior ragione in televisione!). Per non parlare della A maschile e della vendita del merchandising, e certe società attente e organizzate proprio grazie (e non solo) alla vendita delle magliette con il nome  dei divi ha visto il proprio fatturato aumentare in modo vistoso!(se non ricordo male l'idea fu lanciata da Moratti per imitare il modello americano Nba e la Premiership inglese) Non vedo perchè non possano fare lo stesso anche le società del femminile (con le dovute proporzioni ovvio). Oggi poi che possiamo vedere con grande orgoglio le ragazze del Foroni sulle figurine Panini accanto ai vari Kakà, Adriano, Del Piero, Toldo, Vieri... è un motivo in più per appoggiare questa iniziativa: quindi sì ai numeri personalizzati!
Chiara

SUI NUMERI PERSONALIZZATI: PRO

Vorrei sostenere la protesta delle Segratese che a piena ragione sul problema della numerazione personalizzata, visto che essa da solo benefici esempio al pubblico è più semplice conoscere il nome delle ragazze e quindi ricordarselo e magare pubblicizzarlo, per l'arbitro non cambia niente quindi non capisco il rifiuto della federazione e in tal caso perchè alcune società lo anno potuto fare senza problemi e senza richiesta....
Roberto

SUI NUMERI PERSONALIZZATI: CONTRO

Secondo me è meglio continuare con la numerazione da 1 a 11. Sono giornalista e quando ci sono i numeri personalizzati è sempre un problema annotare le formazioni e soprattutto segnare le sostituzioni. Per non parlare dei dirigenti che non si ricordano i numeri delle ragazze....
Massimo

SU GAUCCI E LA DONNA MISTERIOSA

Dopo tante parole del sig. Gaucci vorrei anch'io dirgli che sarebbe meglio provasse a mettere in piedi una vera e propria squadra femminile e dimostrare a tutto il grande calcio che è bello poter vincere un campionato di calcio femminile con meno soldi ma non meno soddisfazioni.Riguardo la sua idea a già fatto piu pubblicita di se stesso che di tutto il resto
Roberto

SI VINCE MA CON TANTI DUBBI

Il primo turno di Coppa Italia è andato e l'ACF Levante Chiavari 1989 ha brillantemente superato il turno espugnando il campo del Football Cagliari, ma restano ancora i dubbi sui criteri con i quali si sia deciso di accoppiare la squadra ligure con quella sarda al primo turno, in partita secca, costringendo in tal modo l'ACF Levante a sostenere una spesa assai elevata per una partita che, in caso di sconfitta sarebbe stata solo fine a stessa. Il primo turno di Coppa non sarebbe stato meglio organizzarlo, come mi risulta sia sempre stato, con i criteri della vicinioretà? Inoltre anche la scelta di far svolgere il torneo per rappresentative Regionali Under 15 in questo periodo, con le squadre ancora in fase di rodaggio ed organizzazione e per l'appunto con l'impegno di Coppa Italia alle porte non mi è sembrata aver molto senso. Comunque, come dicevo all'inizio, Il primo turno di Coppa Italia è andato... Un saluto a tutti
Marco

PERCHE' CE L'AVETE TANTO CON MILENE?

Ciao a tutte/i mi chiamo Giusy e anch'io come alcune persone hanno scritto, penso che la Domingues non sia un fenomeno col pallone e che si faccia tanto parlare di lei solo perchè è la moglie di Ronaldo. Io per prima quando l'ho vista giocare sono rimasta un pò delusa, però francamente oltre a pensare che ci possa stare nella massima serie e nella squadra in cui giocava prima, non capisco il perchè di tutto questo accanimento su di lei. Voglio dire, che colpa ne ha lei di tutta questa popolarità, se non quella di essere la moglie di Ronaldo? Ammesso che si tratti di una colpa...! Io non l'ho mai sentita dire: "io gioco in A perchè sono un fenomeno e quindi merito di starci". Non la conosco personalmente, ma le volte che l'ho vista in tv o giocare, mi è sembrata una che fa il suo in campo, che non se la tira da gran diva e che pur di giocare preferisce passare i suoi fine settimana su un aereo anzichè in famiglia e tutto per venire in Italia a giocare. Questa per me è la dimostrazione che le piace davvero il calcio e non è solo per farsi altra pubblicità. Non dà fastidio a nessuno, gioca, si diverte, non si lamenta se fa della panchina e se mai fa della pubblicità al calcio femminile, dove stà allora il problema scusate? Se vogliamo dire che non è bravissima come molti si aspettavano (che poi dove sta scritto che deve esserla per forza) diciamolo, però una volta detto questo... lasciamola un pò in pace... E' una persona come tante altre, fatta di sentimenti e per questo và rispettata, credo che sentirsi attaccare così ogni volta solo perchè è la moglie di Ronaldo non le faccia certo piacere, e anche di questo io non l'ho mai sentita lamentarsi... comincio a credere che la gente parli per invidia...
Giusy

SULL'ORA E IL GIORNO DELLA SUPER COPPA

La Super Coppa è stata posta di venerdì in comune accordo con le società ed anche perchè c'è la Nazionale che deve partire per la Scozia e la nazionale maschile che gioca sabato!
Betty

DA ALTRI FORUM AL NOSTRO

In relazione all'assurdo orario della finale di Supercoppa, agli sfoghi degli altri tifosi, alla strana idea di Gaucci di voler far giocare una donna nel Perugia, ecco cosa ha scritto un orgoglioso del nord su un paio di forum laziali...
"L'idea non sarebbe pessima, se non esistesse già un campionato di calcio femminile in lenta crescita, e che non cresce per l'indifferenza e il pressapochismo di cui solo certi maschi sono capaci.. Invece di applaudire all'idea di chi ti ha fatto allenare la Viterbese per un annetto, cara Carolina, idea che permetterebbe maggiore visibilità alle donne calciatrici secondo te, bisognerebbe convincere il pubblico ed i media a seguire il calcio femminile che già esiste , in cui tu stessa hai militato e che ti onori oggigiorno di rappresentare allenando la nostra nazionale... Senza il bisogno di ricordare che tu un esperienza nel mondo maschile l'hai avuta, è vero, ma da allenatore, non da giocatrice, e permettimi di pensare che c'è una certa differenza, o no?!"
Bernie

A NOI LE PATACCHE MA A CHI I SOLDI?

Accordo ENEL-LND. Vorrei aprire un forum su l'accordo stipulato tra ENEL e LND, riguardante la sponsorizzazione del calcio dilettantistico da parte di una grossa società quale è l'ENEL. Non sapendo quali sono in dettaglio tali accordi, noi come squadra femminile, Pro Reggina 97 serieB, ci vediamo recapitati degli striscioni ENEL da apporre sul proprio campo di gioco e altro materiale pubblicitario, nonchè la direttiva di apporre sulla propria divisa lo scudetto ENEL-LND.
Mi domando alla società che riceve tutto questo materiale pubblicitario, che peraltro apponendolo su un impianto sportivo pubblico deve anche pagare la tassa pubblicitaria, cosa entra nelle proprie tasche?
Alfredo Romeo

QUELLI CHE NON RIESCONO A DORMIRE

Ciao a tutti, trovo scandaloso che si parli della nuova calciatrice del Perugia, come è , etc, etc, ma non della condizione economica in cui versa il calcio femminile, lavoro, permessi dal lavoro e cosette simili, perchè non fate sentire la vostra voce, non solo quelle dei tanti giocatori maschi italiani che quando è caldo in camera non riescono a dormire?
Antonio

PIU' SPAZIO ALLE DONNE

Uomini sull'orlo di una crisi di nervi. Ho modificato la prima parola di un celebre film di Pedro Almodovar, che trovo ben appropriato al momento difficile del calcio italiano. . Questi episodi, che scrivono brutte pagine di calcio, vedono protagoniste solo persone di sesso maschile. Il mondo del pallone è uno dei più maschilisti che esista. La donna serve solo come contorno, copertina, valletta, fidanzatina da esposizione e basta. Poche le giornaliste di calcio esperte, quelle che ci sono hanno solo ruoli avvenenti e basta. La donna non capisce di regole, schemi, ruoli, al limite può fare la segretaria del presidente. Invece non credo sia così, sono convinta che ci siano donne in grado di capire il mondo del calcio più di quanto si crede, che non va allo stadio solo per vedere dei bei ragazzi in campo, ma anche per assaporare del bel gioco. Proviamo a far lavorare più donne nelle società calcistiche, con serietà, senza pensare che ci siano ambigui trucchi dietro, potrebbe essere una soluzione per ridare nuova linfa a questo calcio ormai in rotta di collisione.
Marina

QUELLI DI BERGAMO

Per Roberto: d'accordo con te, l'ACF Bergamo è in fase di rodaggio ed è giusto dare alle ragazze il tempo per conoscersi e perfezionarsi, anche perchè il campionato inizia solo il 13 settembre. Per quanto riguarda il valore di D'Alessio e Formisano non ho alcun dubbio delo loro indiscutibile valore, anzi quando ho saputo del loro acquisto ho fatto salti di gioia. Sbaglio o eri tu che avevi proposto la finale di Supercoppa a Bergamo? E' un'ottima idea e sono felice che ci sia un'altra persona della mia città che propone una simile iniziativa. Alla prossima partita del Bergamo mi piacerebbe parlartene di persona, chiedi di me e sarò felice di conoscerti! Forza Bergamo!
Chiara

SUL BERGAMO

Riguardo la partita Vallassinese - Bergamo di Domenica 31/08 vorrei dire che è vero che il Bergamo non ha fatto una gran prestazione ma vorrei sottolineare che veniva da un periodo di carico di lavoro e un amichevole con ragazzi il venerdi, vorrei far notare che il nuovo mister Bolis sta facendo prove su prove per trovare il miglior assetto e posso garantire che sul piano del gioco la squadra stà migliorando giorno dopo giorno.Riguardo a D'Alessio sono certo che non farà rimpiangere nessuno secondo il mio punto di vista è uno dei centrali di cetrocampo più forti d'Italia è giovane ma già con tanta personalità, Formisano, diamogli il tempo di entrare in forma.
Roberto

ABBASSO MILENE

Volevo rispondere al messaggio di Clara a proposito di Milene Domingues. Io ho solamente detto cio' che pensavo cioè che per me Milene non è una giocatrice completa in quanto a parte i palleggi non sa fare altro e nell'economia della squadra è stata pressocchè inutile! Cosa c'entrano i discorsi sui falli, sulle parolacce? Non metto in dubbio che Milene abbia la classe per non reagire e per sorridere e non metto neanche in dubbio che il fallo è stato brutto ma cosa c'entra col fatto che a me non piace come gioca lei? Non si puo' giocare in serie A solo perchè si è bravi a non reagire o perchè si sorride. Ci vuole talento e ci si deve saper muovere in campo per giocare in serie A, e li' credo proprio che Milene abbia molte difficoltà e molto ancora da imparare. La mia impressione è che lei giochi a calcio solo per farsi pubblicità, per me  è solo un fenomeno mediatico, lei col calcio non c'entra niente e secondo me brilla di luce riflessa grazie al marito famoso.
Gabry


Da giugno 2002 l'argomento è  a discrezione dei visitatori
luglio-agosto 2003
maggio-giugno 2003
aprile 2003
marzo 2003
febbraio 2003
dicembre 2002 - gennaio 2003
ottobre-novembre 2002
agosto-settembre 2002
luglio 2002
giugno 2002
I temi precedenti erano:
Scudetto alla Lazio: giusto così?
Ma come si fa a trovare lo sponsor?
Ma perchè si iscrivono?
"La vera nazionale è quella che perde o quella che vince?"
"Arbitri, vittime o carnefici?"
"Ma perchè la nazionale perde sempre?"
"Ma che si deve fare per avere più visibilità?"
"Chi vincerà lo scudetto?"
Chi è "la meglio" in assoluto?
"Ma perchè ci hanno buttato fuori dall'Europeo?"
 "Perchè il calcio femminile non decolla ?"